Al mercato di Belém batte il cuore dell’Amazzonia

Non sapevo cosa aspettarmi, da Belem. Da Rio de Janeiro, ero volato a Manaus, per penetrare il cuore dell’Amazzonia brasiliana. Da lì, mi ero diretto nella riserva di Xixuau-Xiparina, 500 chilometri a nord di Manaus, tutti ovviamente percorsi via fiume, lungo il Rio Negro prima e il Rio Jauperi dopo. Da lì ero tornato indietro e avevo proseguito il mio viaggio lungo il Rio delle Amazzoni sino a Santarém, nello stato del Parà, dove avevo visitato i progetti di ecoturismo della Ong Saude e Alegrìa. A quel punto, non potevo che recarmi a Belèm, la capitale del Parà.

Manaus e Belém sono considerati i due tramiti del Rio delle Amazzoni, anche se l’estuario è più a nord. Comunque sia, Belem è una città strana, che ti attira e ti respinge al tempo stesso. Dal lungofiume, ciò che vedete è rappresentato dalla foto qui sopra: una massa color caffelatte, non proprio attraente. Ma è il mercato, che riserva molte sorprese. Quello al coperto, noto come Ver-o-peso, ma anche quello all’aperto. Volete visitarlo con me? Cliccate qui sotto, ecco il racconto per immagini di una giornata intensa…

Per saperne di più
La lista dei fiumi più lunghi al mondo
Sorrisi di donne d’Amazzonia
Amazzonia 3D, la clip del film

 

 

Have your say

Cookies
Avviso: Questo sito utilizza cookie e consente l'invio di cookie "terze parti". Per maggiori informazioni clicca qui. Se accedi a qualunque elemento esterno a questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Avviso: questo sito utilizza e consente l'invio di cookie "terze parti". Per maggiori informazioni clicca qui. Cliccando all'esterno del banner acconsenti all'utilizzo dei cookie.